È difficile immaginare “Psycho” di Alfred Hitchcock senza la colonna sonora da far rizzare i capelli di Bernard Herrmann. Sicuramente anche voi la conoscerete, forse anche senza aver visto il celebre film di Alfred Hitchcock, o senza conoscere il compositore, Bernard Herrmann. Si tratta della musica che accompagna una delle scene più famose della storia del cinema, l’assassinio sotto la doccia. La caratteristica di questa sequenza sonora è la sua semplicità, che porta ad una traumaticaCONTINUA A LEGGERE →

Nel 1945, l’agente cinematografico di Salvador Dalí lo chiamò e gli ordinò un incubo. La richiesta arrivava per volere del regista Alfred Hitchcock, impegnato a pianificare la sequenza del sogno per il suo thriller psicoanalitico Spellbound (1945). Sebbene Dalí avesse ufficialmente rotto con i surrealisti qualche anno prima, i suoi dipinti fantastici, pieni di orologi che si sciolgono, ombre profonde e lunghe vedute, gli assicurarono il continuo status di celebrità negli Stati Uniti. Ma HitchcockCONTINUA A LEGGERE →

Il Cinema Boldini di Arci Ferrara, in collaborazione con Ferrara Sotto le Stelle, è orgoglioso di presentare due serate dedicate al maestro del suspense, Alfred Hitchcock. Gli appassionati di cinema avranno l’opportunità unica di assistere alle proiezioni restaurate di Io ti salverò e Psycho presso la storica Sala Estense di Ferrara, rispettivamente nei giorni di venerdì 8 dicembre e sabato 9 dicembre. Io ti salverò (titolo originale “Spellbound”), realizzato nel 1945, è un classico delCONTINUA A LEGGERE →

SAPER GUARDARE UN FILM: LEZIONI CON ROY MENARINI Esplora i capolavori del cinema in una serie di lezioni gratuite per gli appassionati di cinema. Arci Ferrara è entusiasta di annunciare il ritorno degli appuntamenti Saper guardare un film questo giovedì 7 dicembre, una serie di lezioni gratuite e esclusive per i soci e le socie Arci, tenute dal Professor Roy Menarini. Questi incontri si terranno presso il Circolo Arci Bolognesi, in Piazzetta S. Nicolò 6,CONTINUA A LEGGERE →

Andrea Paco Mariani presenterà il documentario sul tour russo dei CCCP Fedeli alla Linea mercoledì 6 dicembre Mercoledì 6 dicembre Arci Ferrara presenta il documentario Kissing Gorbaciov in Sala Estense, alla presenza del regista Andrea Paco Mariani.  Kissing Gorbaciov narra la storia dietro il festival le “Idi di Marzo” tenutosi nel 1988 a Melpignano, un piccolo paese del Salento. L’evento, organizzato da Antonio Princigalli e Sergio Blasi (ideatore della Notte della Taranta) aveva portato seiCONTINUA A LEGGERE →

ll grande Lebowski, film oramai diventato cult, nato dalla penna e dalla mano dei fratelli Coen, compie 25 anni. Di seguito trovi 9 curiosità sul film, 9 come i White Russian che Drugo beve nella pellicola. Sarebbero stati 10 ma uno gli cade nella villa di Jackie Treehorn. Il Lebowski Fest Tenutosi la prima volta nel 2002 a Louisville, nel Kentucky, il Lebowski Fest è ormai tradizione annuale negli Stati Uniti, e non solo, eCONTINUA A LEGGERE →

La famigerata trilogia della vendetta del regista sudcoreano Park Chan-wook non è semplicemente una discesa depravata nell’ombra della vendicativa psiche umana, alimentata dal desiderio inestinguibile di giustizia. Né si tratta semplicemente di storie che raccontano di individui vittime di torti che si trasformano in bestie cieche determinate ad annientare i loro avversari. Nel cuore della trilogia della vendetta c’è molto di più in gioco, perché i tre film di Park Chan-wook presentano storie di proporzioniCONTINUA A LEGGERE →

C’è qualche terribile trauma da cui David Lynch sta cercando di fuggire? Crede per caso che il suo successo a Hollywood sia solo un sogno, uno stato di fuga, dal quale alla fine si sveglierà in una realtà da incubo? La dissociazione è diventata un tema così chiave per Lynch negli ultimi 20 anni che è difficile non chiederselo. Termine psicologico che copre una varietà di esperienze, la “dissociazione” è caratterizzata dal distacco dalla realtà.CONTINUA A LEGGERE →

David Lynch non è tradizionalmente il tipo di regista che fornisce con cura la trama di un film al suoi spettatori, tuttavia, dopo le pressioni della società di produzione francese, eccoci qui. Bisogna ricordare che all’epoca in cui Lynch svelò questi indizi, il film era un disastro al botteghino e Mulholland Drive fu descritto come un film senza trama, in modo simile a come Einstein fu definito un pazzo perché nessuno lo capiva. Però, aCONTINUA A LEGGERE →

L’anno scorso il film di Wim Wenders Il cielo sopra Berlino ha festeggiato il suo 35° anniversario. Come quasi nessun altro film, l’eccezionale film del regista della vecchia Bundesrepublik è riuscito a esprimere l’atmosfera della vita nella stretta Berlino Ovest e i pensieri dei suoi abitanti. Dalla prospettiva odierna, l’opera sembra il malinconico accordo finale della città un tempo divisa. Il capolavoro di Wim Wenders torna dal 2 ottobre nelle sale italiane, nella versione restaurataCONTINUA A LEGGERE →