Continua la rassegna Cinema Boldini in Sala Estense curata da Arci Ferrara con una nuova proiezione speciale. Mercoledì 28 febbraio alle ore 21.15, la Presidente Onoraria dell’Arci Luciana Castellina, presenterà in Sala Estense, 16 millimetri alla Rivoluzione, il docu-film che la vede protagonista in un’indagine, con il regista Giovanni Piperno, sull’eredità del PCI. Dopo la proiezione Luciana Castellina dialogherà con Marco Zavagli, direttore di estense.com, e risponderà alle curiosità del pubblico in sala. Cos’ha significatoCONTINUA A LEGGERE →

Restaurato in 4K da MK2 presso il laboratorio Hiventy, con sostegno di CNC – Centre national du cinéma et de l’image animée e ARTE France torna al cinema La signora della porta accanto di François Truffaut. Uscito il 30 settembre 1981, è il penultimo lungometraggio diretto dal cineasta francese. Definito dallo stesso Truffaut “un film semplicissimo”, probabilmente perchè probabilmente perchè dopo L’ultimo metrò, che presentava sei o sette personaggi di uguale importanza, ha deciso diCONTINUA A LEGGERE →

Kripton indaga la vita sospesa di sei ragazzi, tra i venti e i trent’anni, volontariamente ricoverati in due comunità psichiatriche della periferia romana, che combattono con disturbi della personalità e stati di alterazione. Attraverso il racconto della quotidianità dei nostri protagonisti, delle relazioni che intrecciano tra di loro e con il mondo “adulto” composto da psichiatri, professionisti e dalle stesse famiglie, il film ci porta a esplorare in profondità la soggettività umana. La condizione estremaCONTINUA A LEGGERE →

The Dreamers fa largo uso di frammenti cinematografici tratti da altri film, per lo più intervallati da discussioni sui film o da giochi basati su di essi. Questo uso di frammenti potrebbe sembrare una tecnica banale, ma in verità è un modo nuovo, e forse mai così riuscito, di rendere la cinefilia. Vediamo insieme i titoli citati all’interno della pellicola di Bernardo Bertolucci: Il corridoio della paura (1963) by Samuel Fuller Il film che MatthewCONTINUA A LEGGERE →

Alcuni di voi non saranno sorpresi, perchè questa bella notizia era già stata comunicata al termine del ciclo di proiezioni in Sala Estense conclusosi lo scorso 28 dicembre: torna il Cinema Boldini! Quale modo migliore per inaugurare il nuovo anno se non con una nuova serie di appuntamenti dedicati al Grande Cinema restaurato in 4K? Il pragramma del 2024 prevede una proiezione al mese: da gennaio a maggio il proiettore del Cinema Boldini riscalderà gliCONTINUA A LEGGERE →

Finalmente Arci Ferrara è pronta per svelare quali saranno gli ultimi due titoli di questa meravigliosa programmazione in Sala Estense. Il primo, La Chimera, in programmazione mercoledì 27 dicembre. Il film racconta le vicissitudini di una banda di tombaroli, cioè di profanatori di tombe etrusche e rivenditori di oggetti antichi a ricettatori locali. Protagonista assoluto di questa storia è Arthur, lo straniero. Abita sulle mura della città: né dentro né fuori. Viene da un paeseCONTINUA A LEGGERE →

Buster Keaton, una figura iconica nel mondo del cinema muto, ha affascinato il pubblico con il suo impareggiabile tempismo comico e le sue acrobazie spericolate. Conosciuto per la sua espressione impassibile e la sua prestanza fisica, Keaton è diventato un nome familiare durante l’età d’oro di Hollywood. Ma c’è di più in questo leggendario intrattenitore di quanto sembri. In questo articolo approfondiremo la vita e la carriera di Buster Keaton, portando alla luce 14 fattiCONTINUA A LEGGERE →

12 dicembre 1903: nasce a Tokyo uno dei più grandi e influenti registi della storia del cinema. 12 dicembre 1963: nella stessa città, lo stesso giorno in cui era nato, Yasujirō Ozu lascia il mondo e diventa leggenda. 12 dicembre 2023: Arci Ferrara e Ferrara Sotto le Stelle, tramite il Cinema Boldini in Sala Estense sono liete di annunciare una rassegna cinematografica dedicata al leggendario regista giapponese Yasujirō Ozu, in versione restaurata 4k distribuita eCONTINUA A LEGGERE →

È difficile immaginare “Psycho” di Alfred Hitchcock senza la colonna sonora da far rizzare i capelli di Bernard Herrmann. Sicuramente anche voi la conoscerete, forse anche senza aver visto il celebre film di Alfred Hitchcock, o senza conoscere il compositore, Bernard Herrmann. Si tratta della musica che accompagna una delle scene più famose della storia del cinema, l’assassinio sotto la doccia. La caratteristica di questa sequenza sonora è la sua semplicità, che porta ad una traumaticaCONTINUA A LEGGERE →

Nel 1945, l’agente cinematografico di Salvador Dalí lo chiamò e gli ordinò un incubo. La richiesta arrivava per volere del regista Alfred Hitchcock, impegnato a pianificare la sequenza del sogno per il suo thriller psicoanalitico Spellbound (1945). Sebbene Dalí avesse ufficialmente rotto con i surrealisti qualche anno prima, i suoi dipinti fantastici, pieni di orologi che si sciolgono, ombre profonde e lunghe vedute, gli assicurarono il continuo status di celebrità negli Stati Uniti. Ma HitchcockCONTINUA A LEGGERE →